Arte Studio Nextage

Arte Studio Nextage nasce nel 2004 da un’idea di Angela Lattanzio e del suo collaboratore Mauro Scandigliato, a Lughignano in Via Isonzo 27. È inserito nell’albo del Comune di Casale sul Sile come centro ricreativo con l’obbiettivo di favorire le attività culturali, artistiche e sportive, in particolare la diffusione della danza, attraverso corsi e laboratori per bambini e adulti senza limiti di età.

Lo studio offre un servizio attivo nel territorio attraverso lo svolgimento di lezioni e incontri formativi negli spazi messi a disposizione dal centro oltre a percorsi educativi all’interno delle scuole, con lo scopo di insegnare a ‘sentire’ il proprio corpo come strumento comunicativo e creativo. Arte Studio Nextage, inoltre, organizza e allestisce gli spettacoli e le performance di danza del gruppo Nextage Dancetheatre.

Arte Studio Nextage si propone di essere, per la comunità, un punto di incontro per lo sviluppo personale e culturale mettendo a disposizione dei soci i locali per prove, spettacoli, mostre, conferenze e convegni.

La danza è un linguaggio antico e profondo e perciò un efficace strumento creativo, pedagogico e artistico, che favorisce la crescita emotiva e fisica degli individui e soddisfa il bisogno di comunicare con gli altri educando al “sentire” il corpo come fonte di espressione creativa e relazionale.

Gli insegnamenti dello studio si ispirano, quindi,  a pratiche e discipline che vedono nel gesto tecnico qualcosa di più della pura attività sportiva, considerandolo la manifestazione di una potenzialità significativa.

Il Teatrodanza di Pina Bausch è un riferimento fondamentale per l’attività del centro, ma le influenze artistiche a cui si appoggiano gli insegnamenti sono varie e diverse. Oltre alla Danzaterapia, dove anche il ʽnon movimentoʼ ha un significato prezioso, viene considerata la filosofia dei Tre Mondi di Tapa Sudana, che usa la forza espressiva dell’attore per risvegliare e coltivare la verticalità di corpo-mente-cuore e la pratica de ʽLe esplorazioniʼ, ideata da Simone Forti e Cary Ryck che valorizza l’umiltà del progredire esaltando la meraviglia e il significato di ogni singolo gesto.